Conosciamo meglio il caffè Previous item Amato gelato artigianale Next item Secret of Making Smoked Pork

Quello del bere il caffè, ad oggi, è ormai un rito importante della giornata, a cui nessuno riesce più a farne a meno. Ma per apprezzarlo meglio, bisogna imparare a conoscere le sue diverse tipologie, da cui poi nascono tantissime e variegate miscele.

Le tipologie di caffè sono tante ma tra le più conosciute troviamo l’Arabica, la Robusta, la Liberica e l’Excelsa.

La prima,l’Arabica, nasce in Etiopia ed è una pianta particolarmente delicata e pregiata, che richiede molta cura durante il processo di coltivazione. Quello che otteniamo da questa pianta è un caffè molto profumato,color nocciola dal gusto aromatico, corposo e dolce grazie alla sua percentuale di zucchero, più alta rispetto alla Robusta, ma ha anche una punta gradevolmente acida.

L’Arabica è amata soprattutto da chi preferisce un caffè più leggero, in quanto contiente meno caffeina rispetto alle altre tipologie.

Completamente l’opposto è la Robusta, il cui nome scientifico è Coffea Canephora. Questa pianta nasce nell’Africa Occidentale e viene denominata robusta perché capace di resistere ai climi molto secchi e ai parassiti, grazie al suo alto contenuto di caffeina che funge da antiparassitario.

Ed è proprio questo a conferire al caffè un aspetto denso e un’aroma molto intenso, forte, dalle note aspre e legnose. Considerate le sue caratteristiche decise, è insolito utilizzare una miscela 100% Robusta, infatti nei bar è più comune miscelarne un 20-30% con l’Arabica, per donarle un carattere più deciso e forte e un apetto più cremoso.

Meno utilizzati,invece, sono la Liberica e l’Excelsa.

La prima nasce in Liberia (da cui prende il nome) ed è una pianta molto resistente, ma il cui frutto impiega molto più tempo a maturare, all’incirca 14 mesi. Ha un aroma molto profumato e gradevole e viene utilizzato di più in Giappone come infuso.

L’Excelsa invece, viene scoperta più tardi rispetto alle altre, cresce in Africa ed è anch’essa una pianta molto resistente. Sui suoi rami possiamo trovare sia bacche mature che acerbe. Questo rende complicata la coltivazione e di conseguenza quello che ne esce non è un caffè molto pregiato, ecco perché è poco utilizzato.

Chiaramente la qualità del caffè dipende da diversi fattori: il clima, la coltivazione, la raccolta, ma quello che ne dertermina le caratteristiche finali è il mastro torrefattore.

Il suo non può essere definito semplicemente lavoro, ma è in realtà una vera e propria arte, l’arte di creare la giusta miscela, che determini il carattere e il gusto del caffè.

 

 

 

Bar Fiamma, tradizione e qualità dal 1919
Phone: +39 0883 655086
Corso Vittorio Emanuele I
76016 Margherita Di Savoia (BT)